HOME      ALIMENTAZIONE NATURALE        PRIMI PIATTI                  SECONDI PIATTI       DOLCI PER COLAZIONE        DOLCETTI DEL MONDO      TORTE DECORATE E DOLCI      TORTE SALATE E PIZZE            RICETTE PASQUA       RICETTE NATALE       CARNEVALE      COPYRIGHT         COLLABORAZIONI


Icona RSSIcona-facebookIcona-twitterIcona-google+Follow Me on Pinterest

08 feb 2013

Marmellata di arance favolosa!!


Ingredienti:
1 Kg e mezzo di arance bionde non trattate,
1 Kg e 200 gr. di zucchero semolato,
1,2 l. di acqua.


Lavare accuratamente le arance e metterle in una pentola con l'acqua, far cuocere fino a quando con uno spiedino di ferro riuscite ad infilzare la buccia ( non serve che l'acqua raggiunga il bollore perciò attenzione, altrimenti diventano molli). Mettere subito le arance in un recipiente capiente con dell'acqua fredda che avrete cura di cambiare mattino e sera per due giorni, questo allo scopo di far perdere il sapore amarognolo alle bucce. 


Il terzo giorno prendere le arance che dividerete prima a metà e poi ogni metà in quattro parti, se le arance sono grandi tagliatele in ulteriori spicchi. Non dimenticare di togliere e buttare la parte centrale bianca.



Con un coltello ben affilato tagliate gli spicchi in striscioline sottilissime facendo in modo che il succo non vada disperso.


Preparare lo sciroppo con acqua e zucchero e far bollire in una pentola alta di acciaio, senza rimestare, fino a quando toccandolo con le dita, che avrete prima bagnate con acqua fredda, ed allontanando l'indice ed il pollice non si formerà un filo. 
Versare le arance tagliate con il loro succo nello sciroppo e lasciare riposare per 24 ore. Rimettere sul fuoco e lasciare addensare mescolando ogni tanto. 
La marmellata comincerà ad essere pronta quando, immergendo il cucchiaio non colerà ma formerà una gocciolina, allora potrete fare la prova del piattino: versate un po' di marmellata, fate raffreddare (anche mettendo in frigo) se tracciando un solco con un cucchiaino resterà separata allora é pronta.
Mettere i  vasetti di vetro a scaldare in forno, prenderli con uno strofinaccio per non scottarsi e versare la marmellata ancora bollente, chiudere i barattoli e capovolgere.




Bisogna provarla, a colazione su fette biscottate, o meglio pane tostato, e burro salato. 
Se poi volete farvi del male invece del burro salato usate della buona ricotta fresca. 
Perché farsi del male? Perché è difficile fermarsi davanti a tale bontà!


3 commenti:

  1. La marmellata di arance assieme a quella di pesche è la mia preferita!!!! Quanti barattoli, ne prendo uno!

    RispondiElimina
  2. e ci credoooooooo!!! io l'ho fatta di mandarini...adoro le marmellate di agrumi!!

    RispondiElimina
  3. Sono fuori tempo massimo: siamo a Luglio..... Dovrò rimandare la preparazione, ma ho memorizzato la ricetta, quindi GRAZIE! E' chiara e dettagliata. Adoro la marmellata di arance.
    Giovanna Gourmandia

    RispondiElimina